Skip to content Skip to footer
0 items - €0.00 0

Chi siamo

CONVIVALIA s.r.l., Startup e Società Benefit, nasce all’inizio del 2022 scegliendo l’unicità e la diversità dei diversi “territori”, che costituiscono la peculiarità e la ricchezza dell’Italia, come riferimento per sviluppare la propria attività indirizzata all’agricoltura, e al cibo, assunti come richiami indispensabili da cui partire per promuovere progetti di sviluppo sostenibile.

Il cibo nelle sue molteplici implicazioni, lega in modo stretto le persone e l’organizzazione delle comunità, la salute e la qualità della vita con le risorse naturali, la terra e la biodiversità, la loro gestione e salvaguardia. Partendo dal cibo è possibile favorire un nuovo sodalizio tra economia ed ecologia, per ottenere una sostenibilità complessiva, ambientale, sociale ed economica.

Per questi motivi Convivalia ha sottoscritto il “Manifesto BioSlow” ed é entrata a far parte della rete di territori e distretti del cibo, città, borghi, comunità e associazioni di contadini, di cittadini e di imprenditori, ovvero di tutti coloro che avvertono l’urgenza di un patto a favore della bellezza e della felicità.

Dalla collaborazione con la rete BioSlow stanno nascendo iniziative di supporto per i Distretti e le Comunità del Cibo che si stanno sviluppando nel nostro paese e abbiamo definito il programma della “Filiera Conviviale Italiana“, uno dei progetti che caratterizza e qualifica l’attività di Convivalia, di cui trovate informazioni nelle pagine che seguono.

LA FILIERA CONVIVIALE ITALIANA

L’agricoltura, e il nostro cibo, soffrono la situazione di una filiera distributiva costosa e inefficiente, che penalizza gli anelli più deboli: i contadini da una parte e i cittadini, consumatori o co-produttori, dall’altra. Per questo è nato il progetto “Filiera Conviviale Italiana”, un sistema innovativo di Filiera Corta che:

Convivalia, attraverso i “Convivium”, crea un sistema di distribuzione alternativo e sostenibile per:

La “Filiera Conviviale Italiana“, attraverso i “Convivium” presenti nei diversi territori, crea un sistema di distribuzione alternativo e sostenibile per:

La rete Convivalia

La rete Convivalia

Bioslow è la rete dei Distretti del cibo BioSlow composta
attualmente da 700 produttori, 8 distretti regionali e 97 enti pubblici.

www.bioslow.it

Italiabio è l’associazione nazionale che promuove l’agricoltura biologica non solo come
modello produttivo, ma soprattutto come stile di vita.
www.italiabio.eu

La Consulta è il luogo di rappresentanza dei Distretti Agricoli italiani.

“L’Associazione non ha scopo di lucro e opera con finalità di interesse pubblico, per promuovere, attraverso i Distretti associati, lo sviluppo sostenibile dei territori, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, conservare la biodiversità, ridurre lo spreco alimentare, salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari”.

Simtur è l’associazione nazionale dei professionisti della
mobilità dolce e del turismo sostenibile. 
www.simtur.it

La filiera conviviale e i Referenti Territoriali

I Distretti del cibo, istituiti con la legge 205 del 27 dicembre 2017, nascono per fornire opportunità e risorse per la crescita e il rilancio sia delle filiere che dei territori nel loro complesso. Si tratta di uno strumento strategico mirato a promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorendo l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale.

I Distretti hanno come obiettivo anche la sicurezza alimentare, la diminuzione dell’impatto ambientale delle produzioni e la riduzione dello spreco alimentare. Altro scopo fondamentale è la salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari, così come la promozione del Turismo Rurale.

Strumenti e tecnologie

CONVIVALIA fornisce:

Il mondo di Convivalia sarà dunque attivo: